Gabriel Garcia Marquez

Gabriel Garcia Marquez è morto.
E’ normale, perché era vecchio e malato.
Eppure sembra tutto così irreale ed avvolto nelle onde di calore che si spandono nell’aria, come una pagina di un suo libro. Uno scrittore può accompagnarti lungo tutta una vita, non come uno di famiglia, sarebbe troppo banale, ma come un nume tutelare, uno dei penati che proteggevano le case dei romani.

Gabriel Garcia…

View On WordPress

Viaggiare…

Viaggiare…

Partire è un istinto primordiale, tornare è un istinto sociale.

Io, Alessandro Bruno

View On WordPress

L’assurdo…

L’assurdo…

L’assurdo esige un prezzo molto alto, che lo si accetti o lo si rifiuti. Nel primo caso è la follia, nel secondo l’emarginazione.

Io, Alessandro Bruno

View On WordPress

Stazionare…

Stazionare…

Il tempo è intuitivamente collegato al divenire, alla durata, alla continuità. Lo stazionare è discontinuo, quindi fuori dal tempo. E’ non esistere.

Io, Alessandro Bruno

View On WordPress

Processi bidirezionali…

Processi bidirezionali…

La comunicazione è un processo bidirezionale, chi rifiuta di parlare o comprendere il mio linguaggio vuole impormi il suo monologo. Ed io detesto sia le imposizioni che i monologhi.

Io, Alessandro Bruno

View On WordPress

Rendersi ridicoli…

Rendersi ridicoli…

Non è il rendersi ridicoli ad essere imbarazzante, lo è l’incoscienza di farlo.

Io, Alessandro Bruno

View On WordPress

Movimento….

Movimento….

La vita è nel movimento. Ogni volta che si rimanda è la morte che vince

Io, Alessandro Bruno

View On WordPress

Volere e non volere…

Volere e non volere…

Ho pensato di soffrire quando volevo ma non potevo avere. Poi ho scoperto la sofferenza di non volere più.

Io, Alessandro Bruno

View On WordPress

Contenitori e topi…

Contenitori e topi…

Internet è un contenitore trasparente in cui molti si rinchiudono a vita, come topi da laboratorio che squittiscono felici tutta la loro presunta libertà.

Io, Alessandro Bruno

View On WordPress

Banalità e catalessi…

Banalità e catalessi…

Si scivola nella banalità come nel sonno catalettico… Ma dal secondo ci si può risvegliare.

Io, Alessandro Bruno

View On WordPress